mercoledì 28 maggio 2008

Fame di Dio

In tanti mi dicono di non avere fede, di non sentire di fatto il bisogno di Dio, se non quando c'è un grosso problema di salute o altro. Una delle cause a mio parere è la mancanza cronica di silenzio nella nostra vita. C'è di fatto il terrore del silenzio come se fosse un presagio di morte. Il silenzio è in realtà il luogo principe dell'ascolto..occorre provare

3 commenti:

Anonimo ha detto...

sono Carlotta ho 22 anni e faccio l'animatrice nella mia parrocchia di San Rocco, bello il tuo blog..ci sono davvero un sacco di cose su cui riflettere.

Tanya ha detto...

In realtà la gente non si rende conto che ha fame di Dio ogni secondo che passa; che è proprio grazie a questo desiderio che hanno di conoscere ed amare il Creatore che riescono ancora a vivere, ad Essere, ad animare il corpo fisico trattenendo in sè l'alito di vita di Dio.

"Non c'è nessun altro all'infuori di Lui"
Tuttavia è normale ed umano che le persone si avvicinino a Dio nel momento del bisogno dopo lunghe sofferenze: quelle sofferenze in realtà non sono sofferenze, semplicemente si aprono gli occhi e ci si riscopre "nudi" davanti a Dio.

don Nick ha detto...

La ricerca di Dio è prima di tutto ricerca di se stessi. In Cristo ricostruiamo l'immagine e la somiglianza con Dio che a causa del peccato era venuta meno.
Siamo così belli agli occhi di Dio.