mercoledì 1 ottobre 2008

Dio non ha una casa

Dal Vangelo secondo Luca


In quel tempo, mentre andavano per la strada, un tale gli disse: «Ti seguirò dovunque tu vada». Gesù gli rispose: «Le volpi hanno le loro tane e gli uccelli del cielo i loro nidi, ma il Figlio dell'uomo non ha dove posare il capo».

A un altro disse: «Seguimi». E costui rispose: «Signore, concedimi di andare a seppellire prima mio padre». Gesù replicò: «Lascia che i morti seppelliscano i loro morti; tu và e annunzia il regno di Dio».
Un altro disse: «Ti seguirò, Signore, ma prima lascia che io mi congedi da quelli di casa». Ma Gesù gli rispose: «Nessuno che ha messo mano all'aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio».

COMMENTO:
Dio non ha una casa dove abitare, ha il cuore leggero di chi sa che per incontrare le persone, deve andare loro incontro.
Cosa significa seguire Gesù?
spesso quando ci fermiamo a riflettere su questa domanda pensiamo ai preti, alle suore o ai missionari...ma il vangelo è per pochi o per tutti?
Se ritengo che il vangelo sia per tutti allora devo farmi questa domanda, devo mettermi nella condizione di dover ascoltare Cristo che nel silenzio mi parla e comunica al mio cuore.
Il silenzio è il luogo privilegiato dell'incontro con Dio, è lo spazio dell'ascolto lento ma efficace di noi stessi.
Prova a spegnere la tv, la radio, il pc o mp3 e semplicemente ascolta il tuo cuore battere: se avrai pazienza, scoprirai uno spazio di pace e di serenità abitato dall'Assoluto.

Che ne pensi? c'è spazio per fare silenzio nella tua vita?

2 commenti:

El Pablito ha detto...

Ciao Don Nicola, tu non mi conosci e io nemmeno, ma forse, ci conosciamo perchè frequentiamo la stessa casa ed il medesimo amico!
Parlavi del silenzio; già c'è il perchè smetti di parlare e quello in cui hai solo voglia di disconnettere i pensieri e, annientare le parole.... e poi c' quel silenzio che irempie il cuore e l'anima perchè è il silenzio di Dio; forse, quello che sperimentò Madre Teresa, quel silenzio ci fa paura forse perchè corriamo il rischio di riempirlo troppo di Dio!?.
ciao Don e passa dalla mia stanza là ci sono un paio di blog che mi piacerebbe tu legessi..... quando hai tempo!
Paolo
www.gaggioli.it

Anonimo ha detto...

silenzio...
materialmente non esiste nella nostra frenetica vita, fatta di rumori ... si può provare a fargli spazio...
Ha ragione Paolo, a parlare di vari silenzi, tutti da sperimentare...
Magari ci troviamo proprio Dio

Susy