martedì 2 settembre 2008

Gesù nel deserto

Sul far del giorno uscì e si recò in un luogo deserto. Ma le folle lo cercavano, lo raggiunsero e volevano trattenerlo perché non se ne andasse via da loro. Egli però disse: «Bisogna che io annunzi il regno di Dio anche alle altre città; per questo sono stato mandato».

COMMENTO:
in molti passi del vangelo ci viene raccontato come Gesù spesso usasse pregare in luoghi deserti, spesso lo troviamo a pregare di notte. Amava luoghi isolati dove ricaricare le energie del cuore e il peso della missione. Tale abitudine alla preghiera prolungata e spesso solitaria deve aver incuriosito gli apostoli che giungono a chiedere a Gesù di insegnargli a pregare.
la notte e il deserto sono luoghi di silenzio e forse più probabilmente di ascolto della volontà di Dio.
Quale spazio ha nella mia vita il silenzio?
Come faceva Gesù a trovare il tempo per pregare, vivendo una vita intensa come la sua?

3 commenti:

Anonimo ha detto...

volevo farti i complimenti per i tuoi commenti al vangelo

Anonimo ha detto...

Rimango spesso scioccata dalla forza di Gesù, mi sorprende la sua capacità di fidarsi delle persone che ha intorno. E' come se scommettesse sulle persone che incontra dando a loro una fiducia smisurata. Non comprendo a volte il suo progetto ma sono convinta che se smetto di avere paura un po' di luce entrerà anche nella mia vita

Anonimo ha detto...

sono daccordo