mercoledì 17 settembre 2008

Quando l'amore è l'unica cosa che conta

Dalla prima lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi.


Fratelli, aspirate ai carismi più grandi! E io vi mostrerò una via migliore di tutte.
Se anche parlassi le lingue degli uomini e degli angeli, ma non avessi l'amore, sono come un bronzo che risuona o un cembalo che tintinna. E se avessi il dono della profezia e conoscessi tutti i misteri e tutta la scienza, e possedessi la pienezza della fede così da trasportare le montagne, ma non avessi l'amore, non sono nulla. E se anche distribuissi tutte le mie sostanze e dessi il mio corpo per esser bruciato, ma non avessi l'amore, niente mi giova.
L'amore è paziente, è benigno l'amore; non è invidioso l'amore, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità.
Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.
L'amore non avrà mai fine. Le profezie scompariranno; il dono delle lingue cesserà e la scienza svanirà. La nostra conoscenza è imperfetta e imperfetta la nostra profezia. Ma quando verrà ciò che è perfetto, quello che è imperfetto scomparirà. Quand'ero bambino, parlavo da bambino, pensavo da bambino, ragionavo da bambino. Ma, divenuto uomo, ciò che era da bambino l'ho abbandonato. Ora vediamo come in uno specchio, in maniera confusa; ma allora vedremo a faccia a faccia. Ora conosco in modo imperfetto, ma allora conoscerò perfettamente, come anch'io sono conosciuto.
Queste dunque le tre cose che rimangono: la fede, la speranza e l'amore; ma di tutte più grande è l'amore!

COMMENTO:
la liturigia ci offre come prima lettura, uno dei brani più belli del Nuovo Testamento.

Che ne pensate?

12 commenti:

Anonimo ha detto...

"L'amore è paziente, è benigno l'amore; non è invidioso l'amore, non si vanta, non si gonfia, non manca di rispetto, non cerca il suo interesse, non si adira, non tiene conto del male ricevuto, non gode dell'ingiustizia, ma si compiace della verità.
Tutto copre, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta".. Ho letto per la prima volta queste parole nel libro 'I PASSI DELL'AMORE'.. e mi hanno colpito subito il cuore. PRIMA LETTERA AI CORINTI, bellissima.. Greta

Anonimo ha detto...

L'AMORE GRATUITO, L'AMORE PURO
è un desiderio a cui miro, con l'aiuto del Signore
grazie
ciao resbi

lucia ha detto...

eh, a volte paolo si ascolta troppo e a volte troppo poco.
:)
perché due uomini che si amano non dovrebbero essere giusti come un uomo e una donna se si amano di amore vero?
ama e fa ció che vuoi diceva sant´agostino, intendendo che avendo presente il vero significato dell´amore tutto il resto ne discende.
allora perché ignorare o, peggio, ostacolare l´amore solo perché non combacia con la "nostra" (ma dovrei dire "vostra" visto che commento pur non facendo parte della chiesa cattolica) idea di amore?
per chi crede in dio lui é la forma piú assoluta di amore. ma l´amore che ha una madre per il proprio figlio o il figlio per la propria madre, anche se umano é amore, lo sposo per la sposa, il fratello per la sorella.
e allora quando si ama, quando si ama davvero, che differenza fa se si ama qualcuno del proprio sesso o di un altro?
io non riesco a capirlo

don Nicola ha detto...

L'Amore tra un uomo e una donna non è paragonabile all'amore che c'è tra madre e figlio, tra due amici e nemmeno tra fratello e sorella.
questo perchè l'amore tra un uomo e una donna trova nel reciproco donarsi e possedersi l'apertura alla vita che diventa accoglienza di una vita, un figlio.
Quando invece in una relazione il sesso viene vissuto come fine a se stesso, che sia vissuto in una coppia uomo-donna, tra due donne o tra due uomini, l'appagamento delle proprie passioni diventa il fine e non l'apertura ad un dono più grande...
ci sarebbero molte altre cose da dire, al momento scrivo queste, so di non aver detto tutto

lucia ha detto...

scusa ma con questa logica due persone sterili non potrebbero mai avere rapporti sessuali.
e lo stesso le persone sposate non potrebbero vivere il sesso se non a fini procreativi, cosa che se non sbaglio non è più vissuta esattamente così neanche dal catechismo.
scusa ma trovo questa cosa molto crudele.

lucia ha detto...

per caso stamani sono capitata da questo "vicino di blog" e la sua testimonianza mi ha toccato molto.
ti copio l' indirizzo se ti va di andare a leggere.
per un bel gioco del caso parlate entrambi di amore. per questo ho collegato le due cose, ciao!
http://perseo.blog.kataweb.it/perseo_blog/2008/09/19/ore-1100-il-postino/

don Nicola ha detto...

non ho detto che debbano aver figli ma che siano accoglienti nei confronti della vita.

don Nicola ha detto...

grazie Lucia lo farò

Anonimo ha detto...

se non mi sbaglio Paolo nella lettera parla di AMORE-CARITA'con tutte le accezioni del caso... mi sembra un concetto più ricco dell'amore di coppia!
E così pure Dante negli ultimi canti del Paradiso svolge questo concetto altissimo ...
Credo che se leggiamo il brano paolino pensando alla carità, non confondiamo le cose...
betty

don Nicola ha detto...

Betty hai ragione: il termine greco che Paolo usa è "agape" che significa sia amore sia carità, in italiano viene tradotto con "carità" essendo quest'ultimo un termine meno equivoco di "amore".
molto interessante il confronto tra eros e agape, i due termini che indicano in greco l'amore..
a riguardo vi lascio un link per chi volesse approfondire l'argomento.
http://www.avvenireonline.it/papa/Approfondimenti/20060128.htm

lucia ha detto...

ma scusate, una cosa mica esclude l´ atra...certo, lo so che il concetto di paolo e´ ben piu´ "alto" della normale dimensione di coppia, ma neanche la esclude. un caro saluto a tutti!

Anonimo ha detto...

Senza amore sei nulla :)