giovedì 11 giugno 2009

San Barnaba

Vangelo
Mt 10, 7-13

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: "Strada facendo, predicate che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, sanate i lebbrosi, cacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro, né argento, né moneta di rame nelle vostre cinture, né bisaccia da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché l'operaio ha diritto al suo nutrimento. In qualunque città o villaggio entriate, fatevi indicare se vi sia qualche persona degna, e lì rimanete fino alla vostra partenza. Entrando nella casa, rivolgetele il saluto. Se quella casa ne sarà degna, la vostra pace scenda sopra di essa; ma se non ne sarà degna, la vostra pace ritorni a voi".

COMMENTO: "gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date". In queste semplici parole è riassunto tutto ciò che possiamo mettere sotto il nome di "vocazione", cioè il progetto che Dio ha su ciascuno di noi.

Tale disegno sulla nostra vita, non è nient'altro che una risposta gratuita al dono immenso di Dio. Quando ci accorgiamo di essere amati da lui, non può che nascere in noi il desiderio di ringraziarlo con tutto noi stessi.

Si scopre da un lato tutto il proprio limite di persone sempre un po' sbagliate, ma comunque scelte e amate per una vita piena.


Nessun commento: