mercoledì 15 luglio 2009

"...e le cose semplici sono le più belle"

Dal vangelo secondo Matteo (11,25-27)
In quel tempo Gesù disse: "Ti benedico, o Padre, Signore del cielo e della terra, perché hai tenuto nascoste queste cose ai sapienti e agli intelligenti e le hai rivelate ai piccoli. Sì, o Padre, perché così è piaciuto a te. Tutto mi è stato dato dal Padre mio; nessuno conosce il Figlio se non il Padre, e nessuno conosce il Padre se non il Figlio e colui al quale il Figlio lo voglia rivelare".

COMMENTO: Aiutami ad avere un cuore semplice, capace d'amarti senza inutili pretese ma disponibile e attento alla tua volontà. Un cuore non incancrenito dall'egoismo, com'è il mio adesso, ma aperto al vero bene di chi incontro. Non permettere che la mia presunta "sapienza" diventi un ostacolo tra me e te, ma sia invece un ponte verso ciò che è autentico e essenziale.

Non permettere che la mia presunta "intelligenza" sia utilizzata per giustificare il male che compio, nascondendolo sotto il manto tenebroso dell'ipocrisia e del perbenismo.


2 commenti:

S t E ha detto...

gli ultimi versetti che hai postato sono davvero pieni di significato! Leggerli ogni giorno mi da forza e conforto... e dovrebbe indicarmi la strada da seguire, ma non è così semplice.
Non è così semplice eliminare i fronzoli e l'egoismo, anche perché il mondo ne è davvero pieno...e noi ne siamo influenzati.

don Nicola ha detto...

grazie per ciò che scrivi