mercoledì 17 febbraio 2010

Lasciati riconciliare con Dio


Dalla seconda lettera di san Paolo apostolo ai Corinzi.

Fratelli, noi fungiamo quindi da ambasciatori per Cristo, come se Dio esortasse per mezzo nostro. Vi supplichiamo in nome di Cristo: lasciatevi riconciliare con Dio. Colui che non aveva conosciuto peccato, Dio lo trattò da peccato in nostro favore, perché noi potessimo diventare per mezzo di lui giustizia di Dio. E poiché siamo suoi collaboratori, vi esortiamo a non accogliere invano la grazia di Dio. Egli dice infatti: Al momento favorevole ti ho esaudito e nel giorno della salvezza ti ho soccorso. Ecco ora il momento favorevole, ecco ora il giorno della salvezza!


COMMENTO: oggi inizia la quaresima, un tempo che è sia di riflessione che di conversione. San Paolo esorta a guardare all'oggi, al momento presente perchè è questo il tempo nel quale Dio vuole incontrarci. Dicendo "lasciatevi riconciliare con Dio", Paolo sottolinea la volontà di Dio di incontrare ogni uomo, lì dove vive. Nella sua piena libertà, l'uomo può rifiutare tale incontro, ma ciò non fa demordere Dio che per tutta la nostra vita non si stanca di cercarci.

Nessun commento: