venerdì 12 marzo 2010

In Gesù un uomo nuovo

Mc 12, 28-34

Dal vangelo secondo Marco.
In quel tempo, si accostò a Gesù uno degli scribi e gli domandò: "Qual è il primo di tutti i comandamenti?". Gesù rispose: "Il primo è: Ascolta, Israele. Il Signore Dio nostro è l'unico Signore; amerai dunque il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza. E il secondo è questo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Non c'è altro comandamento più importante di questi". Allora lo scriba gli disse: "Hai detto bene, Maestro, e secondo verità che Egli è unico e non v'è altri all'infuori di lui; amarlo con tutto il cuore, con tutta la mente e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso val più di tutti gli olocausti e i sacrifici". Gesù, vedendo che aveva risposto saggiamente, gli disse: "Non sei lontano dal regno di Dio". E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.


COMMENTO: i capitoli 11, 12, 13 di Marco descrivono la predicazione di Gesù a Gerusalemme prima della passione. Le scene descritte si svolgono quasi per lo più presso il tempio e raccolgono il cuore dell'insegnamento trasmessoci da Marco che fu discepolo di Pietro.

Gesù in questo brano risponde ad uno degli scribi su quale sia il più grande dei comandamenti. Gesù cita l'antico testamento (Dt 6,4-5 e Lv 19,18) ma omettendo nella citazione i riferimenti al popolo ebraico che avrebbero limitato la validità del comandamento solo per gli Israeliti del tipo "ama il tuo prossimo, odia il tuo nemico" (cf. Mt 5,43).

Capiamo da queste sue parole da una parte la grande conoscenza che Gesù avesse delle scritture e dall'altra in questo suo gesto il desiderio di portare a compimento l'antica legge in favore della nuova e come dice San Paolo "annullando, per mezzo della sua carne, la legge fatta di prescrizioni e di decreti,per creare in se stesso, dei due (ndr. pagani e popolo d'Israele), un solo uomo nuovo, facendo la pace, e per riconciliare tutti e due con Dio in un solo corpo, per mezzo della croce, distruggendo in se stesso l'inimicizia" (Ef 2,14-15).

1 commento:

gerovital ha detto...

tutti bisogno di ascoltare le parole che Gesù domani