mercoledì 10 marzo 2010

Pieno compimento della legge è l'amore di Dio


Mt 5, 17-19
Dal vangelo secondo Matteo.
In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli: "Non pensate che io sia venuto ad abolire la Legge o i Profeti; non son venuto per abolire, ma per dare compimento. In verità vi dico: finché non siano passati il cielo e la terra, non passerà neppure un iota o un segno dalla legge, senza che tutto sia compiuto. Chi dunque trasgredirà uno solo di questi precetti, anche minimi, e insegnerà agli uomini a fare altrettanto, sarà considerato minimo nel regno dei cieli. Chi invece li osserverà e li insegnerà agli uomini, sarà considerato grande nel regno dei cieli.


COMMENTO: il brano appena letto è preceduto dal racconto delle beatitudini (Mt 5,1-12) e dall'invito rivolto ai presenti di essere sale della terra e luce del mondo (Mt 5,13-16).
Al brano appena sopra scritto segue una lunga sezione nella quale Gesù, attraverso la formula "Avete inteso che fu detto...ma io vi dico", porta esempi concreti su come si debba portare a pieno compimento la legge antica, non più fatta di prescrizioni o di decreti ma aventi come unico riferimento la persona di Cristo. (Mt 5,20-48)
In modo mirabile San Paolo sintetizza questo concetto nella lettera ai Romani nella felice espressione: "pieno compimento della legge è l'amore" (Rm 13,10).
San Giacomo ribadisce il primato dell'Amore sulla legge con le seguenti parole: "parlate e agite come persone che devono essere giudicate secondo una legge di libertà, perchè il giudizio sarà senza misericordia contro chi non avrà usato misericordia; la misericordia invece ha sempre la meglio nel giudizio" (Gc 2,12-13)
Iniziamo così a capire il significato dell'ultimo versetto del capitolo 5 di Matteo "Siate dunque perfetti come è perfetto il Padre vostro celeste" nel quale per perfezione non si vogliono intendere i criteri umani di perfezione che solitamente vengono attribuiti a Dio (onnipotenza, perfezione, eternità) ma i criteri biblici di perfezione che sono la misericordia e l'amore. Capiamo allora che l'uomo creato ad "immagine e somiglianza" di Dio e rendendo dal peccato, partecipa alla perfezione di Dio nella misura in cui vive secondo l'amore che da Dio stesso ha ricevuto.

1 commento:

Anders Branderud ha detto...

I am sorry I cannot write in Italian, but the person who don’t understand English can use Google Translate and a dictionary to translate.
You quote Matt. 5:17-19 and I want to quote what is written in the original version.

I would recommend you to listen to the words of Ribi Yehoshua ha-Mashiakh (the Messiah) from Nazareth’s authentic teachings. It reads:
[Torah, Oral Law & Hebrew Matityahu: Ribi Yehoshua Commanded Non-Selective Observance
The Netzarim Reconstruction of Hebrew Matityahu (NHM) 5:17-20]
[Glossaries found in the website below.]:

"I didn't come to subtract from the Torâh of Moshëh or the Neviim, nor to add onto the Torah of Moshëh did I come. Because, rather, I came to [bring about the] complete [i.e., non-selective] observance of them in truth.
Should the heavens and ha-Aretz exchange places, still, not even one י or one of the Halâkhâh of the Torah of Moshehshall so much as exchange places; toward the time when it becomes that they are all being performed -- i.e., non- selectively -- in full.
For whoever deletes one [point of] the Halâkhâh of these mitzwot from Torah, or shall teach others such, [by those in] the Realm of the heavens he shall be called 'deleted.' And whoever ratifies and teaches them shall be called ' Ribi' in the Realm of the heavens.

For I tell you that unless your tzәdâqâh is over and above that of the [Hellenist-Roman Pseudo- Tzedoqim] Codifiers of halakhah, and of the Rabbinic- Perushim sect of Judaism, no way will you enter into the Realm of the heavens." (see NHM)

Quote from www.netzarim.co.il ; “History Museum”

The reconstruction is made using a scientific and logic methodology. One of the premises is that the historical Ribi Yehoshua was a Torah-observant Pharisee (why that premise is true is found in the above website, in which you also will find more information about why a reconstruction is needed).

The historical Ribi Yehoshua and his followers Netzarim observed Torah non-selectively. The above website proofs that the person who want to follow the historical Ribi Yehoshua must do likewise.

This is what Ribi Yehoshua taught and he taught in accordance with Torah, that anyone who adds a mitzwah (directive or military style order) or removes a mitzwah from Torah is a false prophet.

According to Tan’’kh (for example Yekhezeqiel 18) foregiveness is required for eternal life. Ribi Yehoshua taught: “And whoever ratifies and teaches them shall be called ' Ribi' in the Realm of the heavens.” Ribi Yehoshuas teachings was in accordance with Yekhezeqiel 18 that promisese foregiveness for the persons who do his/her utmost to keep Torah non-selectively.

You rely on Christian redactions, instead of Torah and Ribi Yehoshua who taught according to Torah.

Anders Branderud