martedì 6 settembre 2011

Chiesa, corpo mistico di Cristo

Gesù se ne andò sul monte a pregare e passò tutta la notte pregando Dio. Quando fu giorno, chiamò a se i suoi discepoli e ne scelse dodici. (LC 6,12)


COMMENTO: nel brano di oggi ci viene narrata la chiamata degli apostoli, essi avevano il compito di seguire con maggiore intimità il maestro e avranno dopo la resurrezione di Cristo la missione di predicare "fino ai confini della terra" la buona notizia.
Non si può distinguere la missione della Chiesa dalla missione di Cristo, non per altro lo stesso san Paolo definisce la Chiesa "corpo mistico di Cristo". In questa luce occorre non fermarsi all'aspetto esteriore dell'istituzione ma contemplare l'elemento più intimo e autentico.
Noi stessi siamo membra di Cristo e, nonostante i nostri limiti facciamo parte di questo grande mistero e Dio Padre ci ama perché nel nostro volto contempla il volto stesso di suo Figlio.

Nessun commento: