lunedì 19 settembre 2011

Il Vangelo nascosto

Dal Vangelo secondo Luca (8,16-18)

In quel tempo, Gesù disse alla folla: 
«Nessuno accende una lampada e la copre con un vaso o la mette sotto un letto, ma la pone su un candelabro, perché chi entra veda la luce. 
Non c’è nulla di segreto che non sia manifestato, nulla di nascosto che non sia conosciuto e venga in piena luce. 
Fate attenzione dunque a come ascoltate; perché a chi ha, sarà dato, ma a chi non ha, sarà tolto anche ciò che crede di avere».


COMMENTO: il vero segreto è che il vangelo non ha segreti. Ma si presenta così com'è, parola di Dio rivolta agli uomini. Allora perché non leggerlo? 
Occorre solo la buona volontà di mettersi in ascolto nel suo messaggio, avere il tempo di approfondire nella propria vita ciò che Gesù vuole dirci attraverso la sua stessa esistenza.
Se la fede ci insegna che in ogni pagina della bibbia si parla di Gesù, d'altro canto possiamo dire che in ogni pagina Dio parla a me: allora perché non mettersi in ascolto?

Nessun commento: